Asciugacapelli da viaggio: è pericoloso?

Per chi vuole curare il proprio aspetto anche in viaggio, si tratti di vacanza o lavoro, l’asciugacapelli può essere molto prezioso. Portarne però dietro uno tradizionale può rivelarsi molto complicato, proprio per le dimensioni che esso può raggiungere, tali da costituire un notevole impaccio nel corso degli spostamenti.
Proprio per questo le case impegnate nel settore ormai da tempo hanno predisposto prodotti compatti, adatti proprio alle esigenze di questa particolare categoria di utenti, naturalmente meno potenti, ma comunque in grado di fornire discrete prestazioni.
Per chi utilizzi questi modelli, però, qualche mese è scattato l’allarme, lanciato dall’Unione Europea. Andiamo a vederne i motivi.

L’allarme del RAPEX

A lanciare l’allarme è stato in particolare il RAPEX (The Rapid Alert System for Non-Food Products), ovvero l’organismo continentale cui è affidato il compito di vigilare sulla sicurezza dei prodotti immessi in commercio dalle aziende, di modo che non possano attentare alla nostra salute. Ad essere interessato dall’allerta è stato un’asciugacapelli da viaggio del marchio Dhom teck system, prodotto da Hairdryer, risultato molto pericoloso nel corso delle attente analisi di laboratorio condotte al riguardo, tanto da impedirne l’omologazione. In particolare il phon non sarebbe riuscito a superare le prove di sicurezza, risultando non idoneo per la resistenza al calore e al fuoco. Ne è quindi seguito il ritiro dal mercato, predisposto in Italia dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Come reperire asciugacapelli sicuri

La vicenda che ha interessato il dispositivo ha naturalmente spinto molti consumatori ad interrogarsi sui livelli di sicurezza dei phon da viaggio. Quante volte, in effetti, di fronte a device di limitate dimensioni ci siamo chiesti se si tratti di elettrodomestici effettivamente sicuri? Si tratta però di una domanda abbastanza impropria, proprio alla luce del comportamento tenuto dal RAPEX, il quale testimonia come le autorità di controllo svolgano egregiamente il loro lavoro, segnalando tutto ciò che non raggiunge standard qualitativi adeguati in termini di sicurezza e provvedendo all’esclusione dal commercio dei prodotti incriminati.
Naturalmente è molto meglio informarsi per tempo di tutto quello che arriva sugli scaffali delle rivendite tradizionali o che viene proposto dai siti di commercio elettronico presenti online. Grazie alle notizie in questione è infatti possibile non solo schivare i pericoli, ma anche attrezzarsi per poter conseguire un elevato rapporto tra la qualità del modello scelto e il suo prezzo di vendita. Come avviene grazie a questa pagina, che propone asciugacapelli che possono rappresentare una ottima occasione per risparmiare senza dover sacrificare le prestazioni.