Vaporiera elettrica vs vaporiera in bsmbù

La vaporiera è uno strumento assai utilizzato in cucina negli ultimi anni.
Non solo viviamo di più l’influenza della cucina asiatica, dato il diffondersi dei numerosi ristoranti etnici e all you can eat vari, ma possiamo assistere ad una diversificazione del nostro pensiero alimentare.
Già, perchè la cucina al vapore, tipica della culinaria asiatica, è in realtà un procedimento assai antico, ma soprattutto salutare ed economico.

Nella nostra cucina siamo infatti abituati alle preparazioni in padella, alle fritture e alla bollitura: procedimenti si gustosi, ma insieme ai quali gli alimenti perdono molte preziose sostanze nutritive.
Mediante cottura al vapore i nutrienti rimangono inalterati, proprio perchè non vi è immersione in altre sostanze o liquidi e si mantengono temperature basse.

Se la vaporiera è uno di quegli strumenti che non dovrebbero mai mancare in cucina, è vero che esistono due modelli completamente differenti e capire quale sia il più valido non è sempre facile.
Veniamo al dunque: quale tipologia di vaporiera dovremmo scegliere?Conviene dunque acquistare una vaporiera elettrica o scegliere quella tradizionale con il cestello in bamboo?

Vaporiera in bamboo: pro e contro

Facile spiegare il funzionamento della vaporiera in bamboo: si tratta di un semplice cestello realizzato in legno di bamboo. Questo, come quello in acciaio nelle vaporiere elettriche, deve essere poggiato sopra ad una pentola piena d’acqua.

Perchè proprio il bamboo?Si tratta di un legno assai presente in Asia e, secondo molti, è più resistente di alti nel tollerare le alte temperature senza sfibrarsi.

Tra gli aspetti a sfavore dobbiamo dire che la vaporiera in bamboo è delicata e, non potendo essere lavata in lavastoviglie, deve essere accuratamente pulita a mano con prodotti non delicati. Se non lavata bene il bamboo può intridersi di batteri che possono intaccare i cibi, perciò fate attenzione.

In merito al prezzo, le apparenze come sempre ingannano: le vaporiere in bamboo di buona qualità possono costare pressapoco la stessa cifra di una vaporiera elettrica.

Vaporiere elettriche: aspetti a favore e a sfavore

La vaporiera elettrica è sicuramente più evoluta rispetto alla tipologia dotata del classico cestello.

Il principale punto a favore di questa tipologia risiede nel fatto che non richiede grandi abilità, dato che, una volta avviata, lavora in maniera automatica. Molte vaporiere elettriche hanno programmi specifici a seconda della pietanza da cuocere e sono inoltre dotate di timer.

Un altro vantaggio risiede nella manutenzione e la pulizia: generalmente i cestelli delle vaporiere elettriche – in plastica o in acciaio – possono essere lavati in lavastoviglie, cosa non possibile con i cestelli in legno.

Per contro, la vaporiera elettrica consuma molto: cuocere una pietanza a vapore richiede maggior rispetto ad altre cotture.